Stufe

ELETTA DA 24 A 29 KW

Eletta

Eletta

Una stufa che diventerà protagonista nella vostra casa: un concentrato di tecnologia e potenza impreziosito da linee semplici e delicate, in grado di assicurare grande calore in un piccolo spazio.

Anche in Eletta, come in tutta la nostra gamma, ritroviamo un sapiente cocktail di ghisa e ceramica dal vago stile retrò saggiamente lavorato dai nostri artigiani per completare ed adattarsi ad ogni tipo di arredamento.

Versioni disponibili

* 24 kW stufa ad aria (semplice o canalizzabile)

* 29 kW termostufa idro (da collegare all’impianto di riscaldamento)

* 29 kW termostufa combinata aria-acqua: unisce alla massima efficienza del riscaldamento centralizzato, la comodità di una fonte di calore immediata.

Caratteristiche tecniche:
• Rivestimento: in maiolica fatta a mano
• Frontale: in ghisa verniciata grigio
• Interno: Monoblocco in acciaio
• Braciere: in acciaio termoresistente, estraibile
• Porta: in ghisa con vetro ceramico resistente a 750°C
• Maniglia: in acciaio verniciato
• Controllo funzione: Pannello di comando sulla stufa
• Cronotermostato: di serie con modalità di programmazione giornaliera, settimanale con due fasce orarie
• Regolazione di potenza: a cinque posizioni
• Cassetto cenere: di grandi dimensioni, estraibile
• Combustibile: Policombustibile a PELLET, NOCCIOLINO, MAIS MISCELATO, GUSCI DI MANDORLE, NOCCIOLE, TRITI IN GENERE (con i bracieri specifici e le opportune istruzioni)
• Combustione ottimizzata con aria primaria e secondaria
• Giro fumi a vista tramite un pratico sportello: per la manutenzione totale occorrono non più di dieci minuti
• Riscaldamento: a ventilazione forzata; cinque livelli di potenza;possibilità di funzionamento con impostazione temperatura ambiente;

Dati tecnici e dimensioni:
• Dimensioni stufa: L.48 X P.48 X H.118 cm
• Scarico fumi ø 8 cm
• Capienza serbatoio: Litri 28 - circa 19 kg
• Rendimento termico: oltre 80%
• Potenza termica nominale: min. 8 kW - max. 24/29/34 kW (a seconda del modello)
• Consumo: min. 3 kg/h - max. 6.5 kg/h
• Alimentazione elettrica: 230 V-50 Hz
• Potenza massima assorbita in fase di accensione 330 W
• Potenza assorbita a regime max. 90 W
• Potenza assorbita a regime min. 70 W
• Peso: ca 220 kg

Dati rilevati a laboratorio con potere calorifico pellet 5 kWh/kg. I consumi possono variare in funzione delle dimensioni e del tipo di combustibile impiegato.
Prodotto omologato CE.

Perchè sceglierci?
L’accensione e lo spegnimento delle termostufe a pellet, la regolazione del calore e la sua diffusione nell’ambiente possono essere programmate e stabilite, giornalmente o settimanalmente, in base alle proprie abitudini ed esigenze. Rimanendo comodamente seduti in poltrona è possibile accedere a distanza, mediante un pratico telecomando, alle funzioni desiderate per un comfort su misura.Il funzionamento delle stufe è quindi completamente automatico: occorre solo ricordarsi di riempire il serbatoio, e vi assicurerete una lunga autonomia di esercizio.Acquistare una stufa a pellet significa comprare quindi un prodotto comodo, economico ed ecologico... ... MA PERCHè ACCONTENTARSI?Le stufe, termostufe, i camini, le caldaie a pellets ci tolgono dalla dipendenza del gas e del gasolio; le caldaie, le stufe, le termostufe, i camini onnivori PASIAN ci evitano la dipendenza dal pellets, dandoci così modo di scegliere fra moltissimi materiali combustibili ecologici diversi: i contadini, i floricultori possono rendersi indipendenti nel riscaldamento munendosi solo di un biotrituratore e di una caldaia onnivora, capace di bruciare senza inquinare oltre 100 scarti agricoli diversi.Le superonnivore, stufe e caldaie Pasian, possono bruciare indistintamente 40 tipi di pellets e nocciolino di oliva e molti tipi di gusci triti e sono distribuite con due tipi distinti di bruciatori; uno adatto ai pellets ed uno per i triti. L’estrema facilità di uso, quindi, per poter bruciare in modo perfetto biomasse economiche non inquinanti è garantita: non occorre più armeggiare con i parametri delle schede elettroniche per comburre essenze così diverse tra di loro.
Finalmente potremo comodamente ottenere risparmi impensabili nel mondo del riscaldamento alternativo!
L’economicità garantita è massima, infatti è economico l’acquisto della termostufa, è economica l’installazione, non dovendo apportare grosse modifiche all’impianto esistente, è economico il suo utilizzo, poichè accetta tantissime tipologie di combustibili poco costosi, ecologici, rinnovabili e facilmente reperibili.
Nella progettazione dei nostri prodotti abbiamo scelto la componentistica che potesse garantirci una affidabilità ai vertici della categoria e grazie ad un perfetto connubio tra le parti riusciamo a garantire rendimenti nell’ordine dell’86%: ciò si traduce in un utilizzo ottimale del combustibile, senza perdite e riducendo ai minimi termini le emissioni inquinanti.
Caratteristiche comuni a tutte le nostre stufe sono:
  • Controllo e verifica del funzionamento tramite microprocessore
  • Vetro e braciere autopulenti
  • Dispositivi contro il pericolo di ritorno di fiamma
  • Cassetto ceneri di notevoli dimensioni, per una comoda e veloce pulizia
  • Quadro comandi con accensione ed alimentazione automatica: non c’è bisogno di alcun intervento umano
  • Programmazione giornaliera e settimanale
  • Installazione semplice e veloce
  • Nelle versioni idro, produzione di acqua calda sanitaria con scambiatore di calore (opzionale)
  • Telecomando piccolo e maneggevole (opzionale per stufe ad aria) e gestione via sms (a richiesta)
Risposte alle domande più frequenti
Le stufe a pellet, ed in generale le stufe o termostufe onnivore, risolvono gran parte dei problemi di riscaldamento di qualsiasi famiglia italiana, a patto di essere correttamente installate e se l’utilizzatore non trascuri le semplici e veloci operazioni di manutenzione (e pulizia) di cui questi prodotti necessitano.
E’ vero che posso montare le stufe (o le termostufe) senza canna fumaria?
No, tutti gli apparecchi in cui si genera combustione hanno bisogno di uno sfogo verso l’esterno: nel nostro caso la facilità di installazione è assicurata dal diametro ridotto dello scarico fumi da 80 mm e dalla possibilità di effettuare lo scarico, nel rispetto della normativa vigente, a parete.
Le stufe consumano l’aria interna al locale?
Per effettuare la combustione, le stufe devono attingere aria dall’esterno ovvero, laddove ciò non fosse possibile, occorre prevedere una opportuna presa d’aria per il corretto ricambio d’aria.
E’ vero che queste stufe si guastano facilmente?
Assolutamente no: le stufe hanno solo bisogno di manutenzione e pulizia sistematica, operazioni che nei nostri prodotti non portano via, cronometro alla mano, più di 5 minuti ogni due o tre giorni. Anche le operazioni di pulizia straordinaria (del fascio tubiero) sono semplificate dalla presenza di più sportelli di ispezione: raccomandiamo in ogni caso un controllo annuale da parte di un nostro tecnico autorizzato.
All’interno del serbatoio posso metterci quello che voglio?
Assolutamente no: devo inserire solo il combustibile per cui la stufa in proprio possesso è stata tarata (pellet, nocciolino, gusci). E’ importante aspirare gli eventuali residui nel serbatoio almeno una volta al mese e quando la stufa resta a lungo inutilizzata.
è necessario far eseguire l’accensione e taratura da un personale specializzato?
É vivamente consigliato per un corretto funzionamento rivolgersi al centro assistenza tecnica di zona (C.A.T.)
Posso cambiare quando voglio tipo di combustibile?
Certamente; tuttavia, almeno per le prime esperienze, è necessaria la chiamata ad un nostro centro tecnico di assistenza per la variazione dei parametri. E’ consigliabile inoltre cercare di utilizzare per lunghi periodi lo stesso combustibile (o di qualità molto simile) affinchè la taratura dei programmi rimanga corretta.
Come devo stoccare il combustibile?
E’ sufficiente un luogo asciutto.
Come va montato il circolatore nel mio impianto idrico?
Consigliamo di montare il circolatore sempre sul ritorno dell’impianto, con il verso di rotazione rivolto alla caldaia. E’ palese che in tutte le nostre caldaie la mandata sia quella disposta in alto ed il ritorno corrisponde invece con l’attacco da 1’’ posto in basso.
* Cosa è necessario per installare una caldaia Pasian?
Predisposizione uscita fumi 80 mm;
Presa d’aria nel locale
Attacco mandata e ritorno dal collettore da 1’’
Attacco per carico impianto
Valvola di sicurezza
Valvola di sfiato automatico da montare sulla mandata
Posso far funzionare la stufa non collegata all’impianto idro-termo sanitario?
Assolutamente no: si comprometterebbe in modo serio la funzionalità della caldaia stessa.
La termostufa fornisce anche acqua calda sanitaria?
É possibile produrla utilizzando uno scambiatore rapido o un boiler di accumulo (cfr manuali per esatta installazione).
Posso accendere la stufa con un SMS?
Sì, se la (termo)stufa è dotata dell’accessorio (opzionale) chiamato modem GSM.